MAGRIS NELLA NUOVA CORPORATE GOVERNANCE DI INPACS di Michele Magris

Essere membro associato di un’organizzazione internazionale è certamente motivo di grande orgoglio e fra i tratti distintivi che più mi piacciono di questa associazione c’è la capacità di avere una visione globale, di non alimentare distinzioni basate sulle differenze delle singole nazioni, di essere indipendente dalle speculazioni del mercato azionario e rigorosamente fedele al proprio codice etico.

Ricordo che due anni fa all’INPACS Annual Conference tenutosi a Palma de Mallorca ero rimasto sorpreso come calmo e disinvolto fosse il dialogo che l’associato russo aveva con l’associato INPACS ucraino; in un periodo di forti tensioni tra le due nazioni, tra bombardamenti e rivolte sociali, i delegati delle rispettive nazioni parlavano di come proseguire e andare avanti nonostante le difficoltà derivanti le reciproche politiche nazionali.  Così compresi che fare parte di INPACS significa anche essere parte di un unico mondo senza confini e con gli stessi obbiettivi.

Oltre ai traguardi comuni penso che le attività migliori svolte da associato siano quelle legate alla condivisione. Normalmente parliamo di condivisione con amici quando abbiamo la stessa passione e la condividiamo, o quando sul lavoro c’è condivisione di obbiettivi, condivisione di risorse, di persone che unite vogliono arrivare allo stesso risultato.

Continua a leggere il Magris News:

Magris News - Aprile Maggio 2016

3.41 MB 176 downloads